Sono nata nel 1977.

Ho lavorato per anni in un piccolo studio di architettura che è stata la mia "bottega", un'esperienza di costruttivo confronto sul tema dell'abitare, che mi ha fatto innamorare dello spazio casa ed avere un'attenzione particolare verso ciò che l'abitare di tutti i giorni comporta. Cercare, attraverso il progetto, risposte pratica-mente belle al vivere quotidiano è una mia inclinazione da sempre. Da quando sono diventata mamma questa attenzione si rivolge al mondo del bambino. Così, oltre agli spazi, progetto oggetti, arredi e giochi dal design "semplice" e prevalentemente in legno.

Di ArchimaM mi piace immaginare che riesca a progettare luoghi di convivenza e incontro bambino-adulto, dove il primo possa esplorare, crescere e diventare autonomo e il secondo conservare e trovare gli spazi di cui ha bisogno (del fare quotidiano e delle sue passioni).

Marta Francesca Tolli, architetto

 

 

Sono nata nel 1978.

Mi sono laureata presso il Politecnico di Milano, con una tesi sulla relazione del bambino con lo spazio urbano.

Ho lavorato in diversi studi professionali e in proprio. Sono socia della cooperativa ABCittà con cui collaboro nell’ambito di processi partecipati che coinvolgono adulti e bambini. Quali programmi di riqualificazione urbana e sociale, laboratori di progettazione partecipata.

La mia esperienza lavorativa e i miei due bambini, mi hanno portato ad interessarmi in particolar modo di tutti quegli spazi che riguardano la vita comunitaria del bambino, siano essi giardini o cortili, asili o spazi dedicati alle attività di gioco e di socializzazione.

Con ArchimaM riesco a conciliare la progettazione e la costruzione di spazi  con l'ascolto di chi li utilizzerà, per poter interpretare al meglio le esigenze e le particolarità di ogni situazione, che credo sia il punto di partenza di ogni progetto.

 

 

 

Marta Ferrario, architetto